Processi in unico grado – La ragionevole durata

on 1 Agosto 2021

E’ di attualità in questi giorni, alle ultime battute, il dibattito politico sulla riforma della Giustizia e con essa la durata dei Processi, legata anche alla diversa visione dei partiti sulla prescrizione delle pene. Nel programma del Governo “Draghi” vi è la Riforma della Giustizia, finalizzata a renderla più rapida ed efficace [guardando anche agli altri paesi europei]. A tutt’oggi sono in vigore le regole non ancora aggiornate, è quindi doveroso ricordare quanto previsto in merito alla ‘Durata dei processi’. In seguito alla modifica della Legge n. 89/2001 sulla ragionevole durata dei processi ad opera del D.L. n. 83/2012 [convertito con modifiche nella Legge n.134/2012], all’art. 2 sono stati aggiunti i commi 2-bis e 2-ter. Il comma 2-bis dispone, tra l’altro, che “si considera rispettato il termine ragionevole se il Processo non eccede la durata di 3 anni in primo grado, di 2 anni in secondo grado, di 1 anno nel giudizio di legittimità. Il successivo comma 2-ter prevede che “si considera comunque rispettato il termine ragionevole se il giudizio viene definito in modo irrevocabile in un tempo non superiore a 6 anni”.

Leggi tutto
adminProcessi in unico grado – La ragionevole durata

Proroga dell’ecobonus 110% in edilizia al 31.12.2023

on 1 Agosto 2021

Nel Decreto legge sulle Semplificazioni, che il governo approverà a maggio per sostenere l’attuazione del PNRR [Piano nazionale di ripresa e resilienza], ci sarà anche un capitolo dedicato al Superbonus del 110% sulle ristrutturazioni. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, chiudendo alla Camera il dibattito sul documento [273 pagine] che verrà inviato a Bruxelles. Dopo aver confermato che, «per il futuro, il governo si impegna a inserire nel disegno di legge di Bilancio per il 2022 una proroga dell’ecobonus 110% per il 2023, tenendo conto dei dati relativi alla sua applicazione nel 2021», Draghi ha aggiunto che, «già con un Decreto legge a maggio, interverremo con delle importanti semplificazioni per agevolare la sua effettiva fruizione», perché, ha ammesso, le attuali procedure sono complesse.

Nello stesso PNRR si legge che «l’attuazione del Superbonus 110% ha incontrato molti ostacoli connessi alla necessità di attestare la conformità edilizia particolarmente complessa per gli edifici risalenti, come segnalato dall’Anci, dalla rete delle professioni tecniche e dalle Associazioni imprenditoriali». In particolare, l’Associazione dei Comuni ha spiegato che la documentazione attualmente necessaria prevede ricerche che, soprattutto negli archivi delle grandi città richiedono dai 6 ai 12 mesi. Non solo, continua l’Anci, queste pratiche finiscono per assorbire quasi interamente il lavoro degli archivi dell’edilizia delle città, bloccando di fatto tutta l’attività ordinaria [già investita dallo smart working].

gianni-milaneseAgosto 2021 – Fonte Ministeriale

Leggi tutto
adminProroga dell’ecobonus 110% in edilizia al 31.12.2023